Prestiti per Casalinghe

Prestiti per Casalinghe – Le Migliori Proposte 2015

I prestiti per casalinghe sono il tipico caso di finanziamenti senza reddito, soluzioni di prestito per chi non ha garanzie “tradizionali”, come una busta paga da presentare. Questa tipologia di prestiti sono molto difficili da ottenere, ma cercheremo ugualmente di vagliare ugualmente i migliori prestiti per casalinghe e sopratutto daremo qualche consiglio per far si che la richiesta sia approvata.

Bisogno di un prestito?

Fai subito la tua richiesta gratuita, esito fattibilità in 5 minuti. Devi solo compilare il modulo!




I migliori prestiti per casalinghe

Dopo un’analisi del mercato creditizio questi che andremo ad elencare risultano i migliori finanziamenti disponibili per le casalinghe.

  • Prestiti Unicredit: Creditexpress mini è il prodotto giusto per le casalinghe, è possibile richiedere da 1000 a 3000 euro con rimborso fino 36 rate mensili.
  • Prestiti Intesa Sanpaolo: superflash è il prestito ideale per tutti coloro che hanno meno di 35 anni, piccoli importi che però è possibile ottenere molto velocemente.
  • Prestiti Compass: Easy, prodotto estremamente personalizzabile, con importi fino 30 mila euro.
  • Prestiti Findomestic: Tuti i prodotti offerti risultano idonei, sopratutto in virtù del tasso di interesse molto competitivo.

Prestiti per Casalinghe Tra privati

Una valida alternativa alle tradizionali forme di finanziamento sono i prestiti tra privati, piattaforme web dove chi ha necessità di denaro, come le casalinghe, e chi vuole investire vengono messi in contatto. E’ un sistema abbastanza nuovo in Italia, ma si sta allargando molto velocemente.

Come chiedere ed ottenere un finanziamento per casalinghe

La classica documentazione per la richiesta è necessaria anche per i finanziamenti per casalinghe, quindi documento d’identità e il codice fiscale, consigliamo, se presenti, di recuperare un estratto conto bancario. Di fondamentale importanza è non essere considerati cattivi pagatori, l’iscrizione in banca dati bloccherebbe ogni richiesta.

Come ultimo consiglio diciamo di richiedere piccoli importi, non più di 5.000 euro, e di preentare più garanzie possibili.

 

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *