Prestiti Senza Busta Paga Per Lavoratori Autonomi

Cosa sono e come richiedere i Prestiti Senza Busta Paga Per Lavoratori Autonomi

In un momento di difficoltà economica la richiesta di un prestito è la soluzione per risolvere ogni problema e la busta paga, per i dipendenti rappresenta una garanzie per la banca a cui si fa richiesta. Alcune categorie, come i lavoratori autonomi, potrebbero andare incontro ad alcune difficoltà, per questo oggi andremo ad analizzare alcune possibili soluzioni per la richiesta di Prestiti senza busta paga per lavoratori autonomi.

Bisogno di un prestito?

Fai subito la tua richiesta gratuita, esito fattibilità in 5 minuti. Devi solo compilare il modulo!




Se il reddito del lavoratore autonomo lo permette è possibile effettuare direttamente la richiesta di prestito, nel caso in cui si abbiano altri prestiti o iscrizione in banche dati come cattivi pagatori o altri disguidi, è bene presentare altri tipologie di garanzie a copertura.

Presentare delle garanzie è sempre obbligatorio ma esistono garanzie “alternative” alla busta paga, un immobile di proprietà libero da ipoteca ad esempio. Altra valida soluzione è la presenza di una seconda firma a garanzie con un garante o coobbligato, in questo caso le possibilità di approvazione della richiesta di prestito, a patto che il garante non abbia molti altri prestiti incorso e che questi siano ben pagati, sono buone.

In merito alla cifra richiedibile e quindi alla durata e importo della rata mensile, variano in base al tipo di garanzie che si presenta, più è alto il valore della garanzie più sarà alto l’importo richiedibile.

L’offerta creditizia, anche tramite i prestiti online, è molto varie, è bene quindi richiedere vari preventivi e valutare quale sia il più indicato alle proprie esigenze. E’ bene non fermarsi al preventivo più vantaggioso, ma valutare nel complesso la richiesta, facendo analizzare, ove possibile, preventivamente la richiesta facendo analizzare la documentazione e spiegando bene la propria situazione lavorativa ed economica. Il consiglio principale è di affidarsi a consulenti esperti.

Non avrebbe senso scegliere un’offerta che apparentemente farà risparmiare ma che in fase di richiesta verrà respinta, così facendo il prestito respinto verrà iscritto in banca dati, come crif, e molto difficilmente un’altra banca o società finanziaria vorrà concederci credito appurando il rifiuto di altro istituto.

Ottenere prestiti senza busta paga per lavoratori autonomi è possibile ma è bene, prima di decidere la migliore offerta di finanziamento, valutare con estrema attenzione le situazione nel complesso.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *